venerdì 16 novembre 2012

Rose di sfoglia e mele

 
Qualche giorno fa ho provato a fare questa fantastica ricetta della bravissima Milù, di cui vi consiglio caldamente il blog: da far venire l'acquolina! Questi dolcetti mi parevano abbastanza semplici, anche perché il post di Milù è ricco di foto che spiegano molto bene come si «formano» le rose di sfoglia. Ma andiamo per ordine, e passiamo agli...

Ingredienti
1 rotolo di pasta sfoglia rettangolare
2 mele golden o renette
1 limone
1 noce di burro
un po' di acqua
zucchero semolato q.b.
cannella q.b.
zucchero q.b.
zucchero a velo vanigliato q.b

Sbucciate e detorsolate le mele e affettatele piuttosto sottilmente, cospargendole con un po' di succo di limone perché non ossidino. Mettetele in padella con il burro, un po' di acqua, cannella e una spolverata di zucchero semolato; lasciatele ammorbidire; poi toglietele dal fuoco e fatele raffreddare. Stendete la pasta sfoglia e ritagliate 8 strisce nel senso del lato corto. Sopra mettete le fette di mela disponendole in una fila più o meno a metà della striscia di sfoglia, che dovrete poi ripiegare a metà sopra le fette di mela. A questo punto viene il difficile: bisogna arrotolare le strisce, stando attenti a non far scivolare fuori le fette di mela, a formare una specie di rosa (se non vi sentite sicure, seguite le istruzioni di Milù). Disponete le rose su una teglia coperta di carta da forno e cuocete a 200° finché non sono belle dorate. Prima di gustarle cospargetele di zucchero a velo vanigliato.

lunedì 12 novembre 2012

Provati per voi
(una domenica alla fiera)

Domenica scorsa io e il Pupo siamo stati alla Fiera del Tartufo di Murisengo (AL). Avevo già parlato di questo paese in un vecchio post, perché a Murisengo c'è un incantevole negozio che farà la gioia di tutti gli appassionati di stile country e shabby chic, Il Tempo Abitato. Questa volta invece ve ne parlo perché ho trovato la fiera davvero carina, ovviamente per chi apprezza questo genere di eventi: tantissime bancarelle di ogni genere di leccornia della zona, dai salumi ai dolci, dai formaggi ai vini, più (c'è forse bisogno di dirlo?) tartufi, tagliatelle ai tartufi, olio ai tartufi, tome ai tartufi... e chi più ne ha più ne metta! Ma la cosa che mi è piaciuta di più è stato un cortile comune su cui si aprivano varie casette che parevano uscite da una fiaba, per l'occasione riadattate in atelier e negozi di artigianato, mentre il cortile stesso è stato trasformato in una sorta di giardino segreto. Purtroppo con me non avevo la macchina fotografica: di mattina piovigginava, e quindi non mi era sembrata la giornata adatta a scattare foto; e invece poi ne ho fatta qualcuna lo stesso, ma con il cellulare, quindi perdonate la scarsa qualità delle immagini. Spero però che almeno una vaga idea del posto la diano.






Fra le altre squisitezze, il Pupo ha poi trovato i pùm carlo, una qualità di mela ormai quasi scomparsa: i frutti gialli erano disposti in un bel cesto di vimini all'ingresso di un negozio di frutta e verdura semplicemente stupendo, per l'occasione «addobbato a festa» dalla simpatica e gentile proprietaria: davanti al negozio c'erano tralci di vite, pannocchie, sacchi di meliga, cardi, zucche, castagne, mele cotogne, nocciole e tutte le delizie che questa stagione ci regala; e poi, sia fuori sia all'interno, il pavimento era interamente cosparso di foglie di quercia, a mo' di sottobosco. Bellissimo! I pùm carlo, poi, sono davvero squisiti! Il negozio si chiama Frutteto di Arcimboldo, e si trova in via Umberto I n. 102 (la strada principale del paese) a Murisengo (AL). Consigliatissimo!






E dunque, se domenica prossima (il 18 novembre) non avete altri programmi, che ne dite di fare un salto alla seconda puntata della Fiera del Tartufo di Murisengo?

Buon autunno!

giovedì 1 novembre 2012

Portachiavi all'uncinetto

Arrggg! Ma da quanti giorni non pubblico un post?? Troppi!!! Eh, abbiate pazienza: fra lavoro, lavori in casa e così via, il tempo manca proprio. Ma stasera mi voglio prendere una mezz'oretta per postare questa decorazione all'uncinetto, che io ho usato a mo' di portachiavi, ma che in realtà si presta a svariati usi. Fra l'altro, oltre a essere molto carina, è perfetta per dare fondo ai rimasugli di lane. Ho trovato lo schema (diviso in due parti) nel meraviglioso blog Attic 24, qui e qui. Io ve l'ho tradotto e vi auguro buon divertimento!

P.S. Non spaventatevi per la lunghezza delle istruzioni; è solo che sono molto dettagliate, quindi anche più facili da seguire. In realtà, è una decorazione facile da eseguire. Provare per credere!


In un anellino magico...

Giro 1: 2 cat (equivalenti a 1 mezza maglia alta), poi 9 mezze maglie alte. 1 maglia bassissima nella 2a delle 2 cat iniziali. Tagliate e fermate il filo.

Giro 2: Unite il nuovo colore, inserendo l'uncinetto in una maglia. 2  cat (equivalenti a 1 mezza maglia alta), poi fate 1 mezza maglia alta nella stessa maglia; * 2 mezze maglie alte nella maglia successiva*. Ripetete da * a * per altre 8 volte. 1 maglia bassissima nella 2a delle 2 cat iniziali. Tagliate e fermate il filo.

Giro 3: Unite il nuovo colore, inserendo l'uncinetto in una maglia. 2  cat (equivalenti a 1 mezza maglia alta), poi fate 1 mezza maglia alta nella stessa maglia. Lavorate: 1 mezza maglia alta nella maglia successiva,  *2 mezze maglie alte nella maglia successiva, 1 mezza maglia alta nella maglia successiva*; Ripetete da * a * fino alla fine del giro. 1 maglia bassissima nella 2a delle 2 cat iniziali. Tagliate e fermate il filo.

Giro 4: Unite il nuovo colore, inserendo l'uncinetto in una maglia. 1 cat, poi 1 maglia alta nella maglia successiva. Ora puntate l'uncinetto nel giro precedente, nel piccolo spazio fra le due mezze maglie alte successive (per chiarimenti, guardate l'immagine in questo link) e lavorate 2 maglie alte «lunghe». Poi, subito a sinistra lavorate 1 maglia alta «normale» in ciascuna delle due maglie successive. Continuate così, alternando 2 maglie alte «lunghe» e 2 maglie alte «normali» fino alla fine del giro. 1 maglia bassissima nella cat iniziale. Tagliate e fermate il filo.

Giro 5 [le punte della stella]: LAVORATE SOLO NELL'ASOLA POSTERIORE DELLE MAGLIE. Unite il nuovo colore, inserendo l'uncinetto in una maglia. 1 maglia bassissima nella maglia successiva. 1 maglia bassa nella maglia successiva. Poi, nella stessa maglia successiva, lavorate 1 mezza maglia alta e 1 maglia alta, 2 cat; poi inserite l'uncinetto nella 2a cat dall'uncinetto e fate 1 maglia bassissima (questa è la punta della stella); sempre nella stessa maglia in cui avete già fatto 1 mezza maglia alta e 1 maglia alta, lavorate ora 1 maglia alta e 1 mezza maglia alta (= 4 punti nella stessa maglia). 1 maglia bassa nella maglia successiva. 1 maglia bassissima in ciascuna delle 4 maglie successive. 1 maglia bassa.
Nella maglia successiva lavorate, come prima: 1 mezza maglia alta, 1 maglia alta, 2 cat unite con 1 maglia bassissima, 1 maglia alta, 1 mezza maglia alta. 1 maglia bassa nella maglia successiva. 1 maglia bassissima in ciascuna delle 4 maglie successive. (Seconda punta della stella)
1 maglia bassa nella maglia successiva.
Nella maglia successiva lavorate, come prima: 1 mezza maglia alta, 1 maglia alta, 2 cat unite con 1 maglia bassissima, 1 maglia alta, 1 mezza maglia alta. 1 maglia bassa nella maglia successiva. 1 maglia bassissima in ciascuna delle 3 maglie successive. (Terza punta della stella)
1 maglia bassa nella maglia successiva.
Nella maglia successiva lavorate, come prima: 1 mezza maglia alta, 1 maglia alta, 2 cat unite con 1 maglia bassissima, 1 maglia alta, 1 mezza maglia alta. 1 maglia bassa nella maglia successiva. 1 maglia bassissima in ciascuna delle 4 maglie successive. (Quarta punta della stella)
1 maglia bassa nella maglia successiva.
Nella maglia successiva lavorate, come prima: 1 mezza maglia alta, 1 maglia alta, 2 cat unite con 1 maglia bassissima, 1 maglia alta, 1 mezza maglia alta. 1 maglia bassa nella maglia successiva. 1 maglia bassissima in ciascuna delle 4 maglie successive. (Quinta punta della stella)
1 maglia bassa nella maglia successiva.
Nella maglia successiva lavorate, come prima: 1 mezza maglia alta, 1 maglia alta, 2 cat unite con 1 maglia bassissima, 1 maglia alta, 1 mezza maglia alta. 1 maglia bassa nella maglia successiva. 1 maglia bassissima nell'ultima maglia rimasta. (Sesta punta della stella)
1 maglia bassissima nella 1a cat, tagliate e fermate il filo.

Assemblaggio:
Partendo da una maglia a metà fra due punte, cucite insieme le due stelle mettendole una contro l'altra con il «dritto» verso l'esterno e le punte ben combacianti fra loro. Per cucire usate un filo dello stesso colore del giro 5, Quando arrivate in corrispondenza di una punta, inserite nel filo una perlina o un campanellino. Verso la fine, imbottite. Una volta ritornate al punto di partenza della cucitura, per fate l'asola, potete lavorare 30 cat e unirle alla 1a cat.

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...