domenica 19 febbraio 2012

Un po' di turismo virtuale
(ricordando le vacanze)

E finalmente, dopo tanti mesi, mi sono fatta coraggio e ho deciso di cominciare a esaminare tutte le 1700 foto scattate quest'estate durante la nostra (mia e del Pupo) vacanza in Bretagna. Dovrete avere tanta pazienza, perché sono una francofila sfegatata e dunque temo che pubblicherò molte, forse troppe foto. Ma i posti erano così belli che vi assicuro che decidere di non postare una foto è una sofferenza. Oggi però sono stata brava, e ve ne propino solo 25; ma siamo all'inizio della vacanza, che è durata due settimane, quindi non cantate vittoria...

Cominciamo dunque con la prima, storica foto della serie, scattata la vigilia della partenza. Come potete vedere, sul letto è ammassata una quantità di indumenti per tutte le stagioni, dato che in Bretagna può fare freddissimo come caldissimo; a supervisionare la preparazione del bagaglio, Plotino e Flora (la riconoscete? è il mio avatar).

La prima notte abbiamo fatto tappa... in un Etap Hotel, per l'appunto, di Tours, perché il viaggio in auto fino alla punta della Bretagna è mooolto lungo! Gli Etap Hotel sono l'essenzialità fatta albergo: stanze poco più che minuscole, con tutto ciò che serve, ma niente di più... Insomma: sembrano delle navicelle spaziali, atmosfera zero, ma per quello che costano e per una notte sola vanno più che bene.

Ma prima di crollare a letto, ci siamo rifocillati con una cena non proprio tipicamente francese, come potete vedere, in un locale della catena Buffalo Grill. Ebbene sì, lo ammetto: erano anni che sognavo di mangiarci! Intanto, per le crêpes e la cucina tipica ci sarebbe stato tempo dall'indomani...

E ora, la vista dalla camera dell'Etap Hotel prima di andare a dormire: la fine del giorno di transizione, diciamo così. E la stessa inquadratura, ma l'indomani mattina, quando la nostra vacanza è cominciata per davvero: si riparte alla volta di Nantes! (Notare il cielo, che secondo a me a Tours, città incantevole, è già piuttosto atlantico.)


E finalmente eccoci a Nantes!!! La prima foto che ho scattato ritrae qualcosa di molto francese, secondo me: due tazze su un tavolino in un dehôrs. Sono le nostre tazze: per festeggiare l'arrivo a Nantes (in realtà anch'essa una tappa perché la nostra meta era decisamente più a nord-ovest) e per pianificare con calma la nostra visita di mezza giornata alla città (vedi la pianta sul tavolino), ci siamo bevuti due ottimi grands cafés au lait: ah, quanto mi piace la Francia; adoro persino le zollette di zucchero incartate singolarmente!

Ma ora, ecco una carrellata di scorci della città. Sulla questione se Nantes (e la Loira Atlantica) faccia o meno parte della Bretagna, non voglio metter becco: se ne discute da secoli. Posso solo dire che per me la Bretagna comincia una volta superato il ponte sulla Loira a Saint-Nazaire. Ma questa, ovviamente, è solo una mia opinione...









Un posto particolare: il Passage Pommeraye:



Il castello:



Avete presente i biscotti della Lu? Ora sono squallidamente della Kraft, ma un tempo li producevano in questa fabbrica:

E per finire la nostra visita a Nantes, un giro in trenino, immancabile in ogni gita turistica dei Pupi (io e il Pupo)! Queste foto sono state scattate dal «convoglio», quindi siate indulgenti...
 

Ebbene, per oggi è tutto, ma non temete: la vacanza vera deve ancora cominciare, e ci sono ancora centinaia di foto! Spero di avervi fatto viaggiare un po' con la fantasia e di non avervi tediato troppo. Buona domenica!

Nessun commento:

Posta un commento

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...