mercoledì 1 febbraio 2012

Neve, limone e zucchero

Vi ricordate quando eravamo bambini (e nevicava di più, o almeno è quello che sostiene ogni adulto, in qualsiasi epoca...) e mangiavamo la neve? Un po' lo si faceva per gioco, un po' perché ci piaceva davvero. E in effetti la neve è come il ghiaccio ma più buona, così come certe acque sanno d'acqua ma son più buone di altre acque. Allora la neve scendeva meno inquinata, e dopo essersi posata rimaneva pulita più a lungo di adesso. Tuttavia, se ne viene giù proprio tanta (anche ora che siamo adulti...) e ci si trova lontano dalla città e dalle strade quanto basta, perché non assaggiarla di nuovo, dopo tanti anni? L'altra sera io e il Pupo l'abbiamo fatto: eravamo in campagna e il Pupo, memore di una «ricetta» che gli avevo menzionato tempo prima, è uscito di casa sfidando il freddo pungente e si è riempito una bella ciotola di neve presa in cortile, poi ci ha aggiunto del succo di limone e dello zucchero, ha mescolato... et voilà! Un sorbetto al limone così buono io non l'avevo mai mangiato, ve l'assicuro! Era il gelato dei bambini di qualche decennio fa, dalle mie parti, quando non c'erano gelaterie ogni angolo di strada (e, soprattutto, non aperte d'inverno) e comunque non si avevano tanti soldi da «sprecare» in frivolezze. E in fondo molte cose buone sono lì, a portata di mano, e costano poco o nulla: basta solo saperle vedere e apprezzare.

2 commenti:

  1. che ricordi mi hai fatto venire in mente!!

    RispondiElimina
  2. Grazie a te, mi hai riportato indietro nel tempo!!! Quante scorpacciate di neve..... Un abbraccio Benedetta

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...